Vigile aggredito a Milano, tre giovani indagati per rapina e resistenza. Ma un ragazzo: «Eravamo spaventati»


L’aggressione nella notte tra venerd e sabato in via Pacioli, vicino ai Navigli. La polizia locale ha identificato un gruppo di skater di Bolzano. Un ragazzo: Non si qualificato e non ha mostrato alcun tesserino. Volevamo solo disarmarlo

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo con le ipotesi di reato di rapina e resistenza a pubblico ufficiale a carico dei tre giovani di Bolzano — tra i 19 e i 23 anni — che nella notte tra venerd e sabato hanno aggredito un vigile urbano in borghese in via Pacioli, zona Solari-Papiniano, vicino ai Navigli di Milano. I tra skater, primi identificati dalla Polizia locale in un gruppo di una quindicina di ragazzi, hanno aggredito e disarmato il ghisa 61enne (in pattuglia con una collega) che ha sparato in aria per allontanarli. Nella colluttazione, il branco ha poi cercato di strappare la pistola all’agente e nella concitazione partito un secondo colpo che solo per un caso non ha ferito nessuno. Le indagini sono coordinate dalla pm Ilaria Perinu e dall’aggiunto Laura Pedio.

I filmati

I video diffusi da alcune pagine social, e realizzati dal gruppo degli aggressori, mostrano soltanto gli attimi pi drammatici e gli spari, ma non il momento in cui — come ha raccontato ai colleghi — l’agente 61enne si qualificato. E neppure le fasi finali in cui i giovani, una volta strappata la pistola dalle sue mani e gettata sotto a un’auto in sosta, lo colpiscono, sembra, con calci e bottigliate. Tutto inizia quando uno dei ragazzi nota il vigile che fotografa il gruppo. Nel primo spezzone di video, si vede il 61enne in borghese di spalle che sta risalendo sull’autocivetta e uno dei ragazzi (si nota solo il braccio) che gli sfila il berretto di lana dalla testa. La reazione istantanea: si volta e con la pistola gi in pugno (e il colpo in canna) spara in aria. Per farli allontanare, dice il Comune. Ma nessuno dei ragazzi fugge. Anzi, nel secondo video, si notano prima uno e poi due giovani che si lanciano in un corpo a corpo nel tentativo di disarmarlo. Mentre uno ha le mani sulla canna della semiautomatica impugnata dal vigile che urla deficienti, carica parte un colpo. Le riprese finiscono qui. I due riescono poi a levargli l’arma dalla mani gettarla sotto a una vettura prima di fuggire. Nei video si sente che, in italiano e in tedesco, urlano di chiamare la polizia. Ma dopo fuggono senza mai tornare all’arrivo di due pattuglie con divise e lampeggianti.

Il racconto dei ragazzi

Quell’uomo non si qualificato e non ha mostrato alcun tesserino che lo identificasse per un agente di polizia. Ci sono molti testimoni pronti a confermarlo, ha detto al quotidiano Alto Adige uno dei ragazzi di Bolzano coinvolti: Non sapevamo chi fosse quell’uomo. A un certo punto ha estratto una pistola. Noi ci siamo subito mossi per cercare di disarmarlo, ma non stata un’aggressione, nessuno voleva picchiarlo: volevamo solo togliergli la pistola perch eravamo spaventati.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta
cliccare qui.

17 gennaio 2022 (modifica il 17 gennaio 2022 | 16:25)



Fonte: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/22_gennaio_17/vigile-aggredito-milano-tre-giovani-indagati-rapina-resistenza-pubblico-ufficiale-9bc08ebe-77a0-11ec-9b84-15d17d060c69.shtml