Daspo urbano per sei, per loro metropolitana vietata a Milano



Cinquanta persone allontanate per due giorni

(ANSA) – MILANO, 03 LUG – Non potranno più avere accesso ad
intere linee della metropolitana di Milano dai sei ai dodici
mesi. Sono sei i provvedimenti di divieto di accesso alle aree
urbane emessi dal Questore di Milano.   
I primi due sono stati emessi, lo scorso 18 giugno, a carico
di due
donne residenti nel campo nomadi di Cascina Gobba, che in metro
chiedevano insistentemente denaro, comportamento che spesso
serve a distrarre i viaggiatori per derubarli.   
Un divieto di accesso a tutta la linea 3 e alla fermata
“Duomo” per 12 mesi, invece, è stato emesso, lo scorso primo
luglio, a carico di un italiano di 43 anni, già destinatario del
foglio di via dal comune di San Donato Milanese dove andava per
acquistare droga nel vicino boschetto di Rogoredo, trovato più
volte a chiedere denaro ai passeggeri con fare molesto e
insistente. Altri tre Daspo urbano sono stati decisi sempre lo
scorso primo luglio a carico di tre donne nate in Romania, di
22, 29 e 32 anni, tutte con numerosi precedenti per furto
aggravato e già destinatarie di ordini di allontanamento.   
Grazie all’attività di prevenzione disposta dal Questore di
Milano lungo la rete metropolitana cittadina, svolta in sinergia
dagli agenti della Polmetro e dai poliziotti dell’Ufficio Misure
di Prevenzione Personali della Divisione Anticrimine, sono state
anche allontanate per 48 ore dalla rete metropolitana circa
cinquanta persone che, a vario titolo, impedivano la libera
fruizione dell’infrastruttura di trasporto. (ANSA).   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

]]>

Ottieni il codice embed

]]>



Fonte: http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/07/03/daspo-urbano-per-sei-per-loro-metropolitana-vietata-a-milano_bea4367b-8379-44a3-bd44-2cec4d3866c6.html

Lascia un commento