Elezioni Milano, il pediatra Luca Bernardo la nuova carta del centrodestra per la sfida a Sala


Il centrodestra non vuole farsi trovare impreparato. Non pi. Se a Milano Andrea Farinet, il docente bocconiano indicato da Matteo Salvini come sfidante di Beppe Sala, dovesse dire no alla candidatura per questioni personali molto delicate, il nome che prende sempre pi quota quello di Luca Bernardo, pediatra molto conosciuto a Milano, responsabile della Casa Pediatrica del Fatebenefratelli e direttore del dipartimento della medicina dell’infanzia e adolescenza dell’ospedale. Il suo nome non rimbalza solo nelle stanze dei partiti, ma trova sponda anche in diversi settori della societ civile, dove Bernardo stimato e apprezzato. Prematuro fare scommesse, mancano ancora alcuni tasselli. A partire dal fatto che i tre big del centrodestra non hanno ancora preso contatto con il pediatra e non c’ nessuna convocazione ufficiale per il vertice che dovrebbe finalmente mettere fine alla caccia all’uomo. Ma la macchina sembra in moto.

Marted, il leader della Lega, Matteo Salvini, da una parte ha assicurato che si chiuder entro la fine della settimana, dall’altra ha ribadito che presenter una squadra. Ci stiamo lavorando e abbiamo quasi finito, perch non vince il singolo. L’Italia degli Europei di calcio lo dimostra. Nei prossimi giorni vorrei proporre ai milanesi non il candidato sindaco ma una squadra con uomini e donne che si sono messi a disposizione dalla societ civile, senza tessere in tasca. Ci sono tante adesioni: ci sar il sindaco, il vicesindaco, qualcuno che si occuper di disabilit, qualcuno che si occuper di periferie. Una squadra dove Gabriele Albertini giocher un ruolo fondamentale, accompagnando nella corsa contro Giuseppe Sala il candidato civico meno noto: gi ci sarebbero stati contatti tra Bernardo e l’ex sindaco di Milano. Apprezzamento sulla figura del pediatra arrivano dalla vice capogruppo azzurra al Senato, Licia Ronzulli: Conosco Bernardo da quando mia figlia Vittoria ha mosso i primi passi, il suo pediatra. Non potrei che essere contenta perch conosco le qualit umane e professionali di Luca, ma servir ancora un approfondimento collegiale. Anche Ignazio La Russa si rimette alla decisione della coalizione: Ne parlano tutti bene anche se non siamo noi ad averlo proposto. So che molti lo apprezzano, ma noi siamo rispettosi dell’istruttoria di Salvini. Un po’ meno rispettosi su altri due temi cari al leader della Lega: il candidato civico e la squadra. Abbiamo scelto di presentare un candidato sindaco “civico” per Milano, ma — insiste La Russa — se non c’ l’adesione di tutti, non che il “politico” sia maledetto da Dio….. La stessa cosa che aveva detto Silvio Berlusconi al Corriere. Da elettore milanese dico che la discussione sul candidato civico o politico un falso problema. Conta che il futuro sindaco sia competente, preparato, onesto.

Dichiarazioni che sono una nuova apertura di credito nei confronti di Maurizio Lupi che gode di grande notoriet e buoni sondaggi. L’altra critica riguarda la squadra: Stiamo lavorando a un tridente come a Roma — conclude La Russa — e non a una squadra a otto o dieci. Pi ristretta la squadra e pi ha valore. Altrimenti si annacqua tutto. Se la Lega punta al civico, a Napoli dovrebbe essere soddisfatta: il possibile candidato Catello Maresca — il magistrato noto per le operazioni contro il clan dei Casalesi — addirittura non vorrebbe le liste dei partiti. Resta la prima scelta leghista: A Napoli — dice Salvini — spero si trovi l’unit di tutta la coalizione su un magistrato anti-camorra d’eccellenza come Catello Maresca. Non molto meglio va a Bologna, dove il possibile candidato Andrea Cangini, apprezzato giornalista ma anche senatore azzurro, gode s della massima stima di Salvini. Che per lo blocca: un collega di assoluto spessore. Ma stiamo cercando a Bologna come in tutte le altre citt candidati al di fuori del circuito parlamentare.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

30 giugno 2021 | 06:43

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte: https://milano.corriere.it/notizie/politica/21_giugno_30/elezioni-milano-pediatra-luca-bernardo-nuova-carta-centrodestra-la-sfida-sala-3f2215fa-d92c-11eb-8266-a744dc7bc2d8.shtml

Lascia un commento