Clinica Milano: a settembre il processo ‘ter’ per Brega – Lombardia


‘Scopo di lucro’, pena da rideterminare ai fini dell’aggravante


(ANSA) – MILANO, 28 GIU – Dopo tredici anni dal suo arresto, avvenuto nel 2008, inizierà il prossimo 23 settembre il processo “ter” davanti alla Corte d’Assise d’Appello di Milano per rideterminare la pena, ai fini dell’aggravante dello scopo di lucro, per Pier Paolo Brega Massone, l’ex primario della clinica Santa Rita di Milano condannato a 15 anni di reclusione in relazione alla morte di quattro pazienti.
    Nel processo d’appello bis l’accusa era stata modificata da omicidio volontario in omicidio preterintenzionale, ma nel settembre 2020 la Suprema Corte ha stabilito che la pena andava rideterminata, appunto ai fini della valutazione dell’aggravante. La Corte d’Assise d’Appello ha così fissato un processo “ter” dopo l’estate. Anche per l’ex braccio destro di Brega Massone, Fabio Presicci, imputato per due dei 4 decessi e condannato a 7 anni e 8 mesi, la pena va rideterminata. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA