Al mercato QT8 sono protagonisti i giochi di legno

La bilancia matta, i labirinti sospesi, il bowling, il salto della ciliegia, i flipper di legno, la rana nel pozzo, il castello fatato, il gioco sottoterra, il guado della rana. Si gioca ai giochi di una volta e anche di più, nel pomeriggio di domenica 27 giugno, dalle 15 alle 18 ai piedi della montagnetta di San Siro. In via Isernia, davanti alla fermata della metropolitana di QT8, nello spazio dell’ex mercato comunale ci sono 20 installazioni di Giuseppe Perri, costruttore di giochi di legno ispirati ai balocchi di tanto tempo fa ma che ancora stimolano curiosità, immaginazione, osservazione e abilità.

L’iniziativa, gratuita e aperta al pubblico ( possono giocare venti persone contemporaneamente dandosi il cambio ogni venti minuti, regole anti-Covid e per far partecipare tutti) fa parte del Festival delle Arti del Teatro open-air di Teatro Pane e Mate per il progetto ” Aspettando il Casva”. Realizzato con il contributo della Fondazione di Comunità Milano è stato pensato per riqualificare lo spazio degradato del vecchio mercato comunale di via Isernia.

Qui continuano gli appuntamenti che riempiranno anche i fine settimana di luglio con spettacoli di burattini, performance di attori, laboratori per bambini, adulti e anziani dentro al Bosco di Oberon, luogo di fantasia ispirato al Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, ricostruito nei giardini del vecchio mercato. I fondatori di Teatro Pane e Mate, Salvatore Fiorini e Giovanni Parodi, nel 2001 hanno trovato la casa del teatro a Fallavecchia, antico borgo a 3 chilometri dall’abbazia di Morimondo, nel parco del Ticino: “Io nasco come burattinaio – spiega Fiorini – e a Fallavecchia, dentro alla vecchia scuola media ho fondato una “Scuola della Fantasia” dove facciamo installazioni sensoriali.

Ogni anno passano undicimila bambini a trovarci e farci visita, dalle scuole materne fino alle superiori. Adesso portiamo le nostre cose all’aperto, lo facciamo per riprendere a giocare dopo molto tempo in cui non è stato possibile”. Oggi bambini e famiglie possono giocare a varie forme di tiro al bersaglio tra un palazzo di legno con dieci finestrelle dipinte da colpire, con le sagome a terra dei cattivi delle storie, con le piramidi di palline da realizzare (gioco medievale). Dopo le 18 ci sarà il concerto della Corale polifonica Sforzesca, coro diretto dal maestro Fabio Moretti che eseguirà un programma da Pierluigi da Palestrina a Gabriel Fauré. 

Fonte: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/06/27/news/al_mercato_qt8_sono_protagonisti_i_giochi_di_legno-307913782/?rss

Lascia un commento