Lago di Como, arrestata la ragazza belga che guidava il motoscafo che ha travolto i giovani italiani

E’ stata arrestata con le accuse di omicidio colposo e naufragio la ragazza belga di 21 anni, Clea Wuttke, che era alla guida del motoscafo che venerdì pomeriggio a Tremezzina si è scontrato con quello di tre universitari comaschi, provocando la morte di Luca Fusi, 22 anni. Alla ragazza sono stati concessi gli arresti domiciliari. Il provvedimento, disposto nella casa della sua famiglia a Tremezzina, è stato deciso dal pm Antonia Pavan per evitare un ritorno in patria della ragazza.

La giovane era ai comandi del motoscafo battente bandiera belga, su cui c’erano dieci giovani connazionali e che ad alta velocità è andato a schiantarsi contro l’imbarcazione dei giovani italiani.

Scontro fra barche sul Lago di Como, muore ragazzo di 22 anni, due feriti. La vittima Luca Fusi

di

Ilaria Carra e Lucia Landoni

25 Giugno 2021

La ragazza belga indagata è risultata negativa all’alcoltest e ha dato il suo consenso all’esame tossicologico per il quale gli esiti non sono immediati. La Procura di Como intanto ha disposto l’autopsia sulla salma della vittima e ha messo sotto sequestro i due motoscafi coinvolti nella tragedia. Sarà poi probabilmente dato incarico a un perito di ricostruire la dinamica dell’incidente.

Secondo le testimonianze, lo scafo da oltre 7 metri dei giovani turisti belgi viaggiava a velocità sostenuta, “in planata”, vale a dire con la prua alta, ed è letteralmente passato sopra il motoscafo di 5 metri, fermo, su cui c’erano i tre amici universitari. Inutili sono state le urla partite dai tre ragazzi quando si sono accorti che il motoscafo stava venendo loro addosso.

 

 

Fonte: https://milano.repubblica.it/cronaca/2021/06/26/news/lago_di_como_arrestata_la_ragazza_belga_che_guidava_il_motoscafo_che_ha_travolto_i_giovani_italiani-307831215/?rss

Lascia un commento