Nascono a Laveno le ‘Officine dell’Acqua’ – Lombardia


Presentato progetto, con riqualificazione nasce spazio culturale


(ANSA) – LAVENO-MOMBELLO, 25 GIU – Si è svolta oggi la
presentazione del progetto di riqualificazione dell’ex magazzino
di fine Ottocento di Ferrovie Nord a Laveno Mombello che l’AVEV
(Associazione Vele d’Epoca Verbano APS) sta trasformando nelle
future “Officine dell’Acqua”.
   
L’area si configurerà non solo come semplice spazio
espositivo dedicato alla tradizione ed alla navigazione delle
acque interne ma anche come luogo di aggregazione per l’ampia
offerta culturale locale. All’interno del complesso di 1.650 mq
sono state individuate cinque aree destinate ad altrettante
attività e funzioni: l’ufficio turistico, uno spazio espositivo
inerente alle tradizioni e la navigazione delle acque interne,
la biblioteca dell’acqua e del legno con annessa area studio e
attrezzatura polifunzionale per convegni e meeting, un
incubatore attrezzato per lavorazione ed esposizione dedicata a
giovani artigiani ed artisti. Cammeo del progetto, infine, la
Scuola di Restauro e Costruzione di imbarcazioni della
tradizione lacustre.
   
Il progetto nasce dalla passione per la tradizione nautica e
affonda le radici nell’impellente necessità di salvare,
tramandare e riscoprire il secolare rapporto con il Lago e le
Vie d’acqua. “Officine dell’Acqua (OdA) – ha commentato Paolo
Sivelli, direttore di AVEV e responsabile del progetto OdA –
offrono, attraverso la rigenerazione di uno spazio urbano
dimenticato, una grande opportunità sociale, culturale e
turistica”. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA