Barberis (Pd): «Azzeriamo la parte variabile della Tari. Assist alle imprese in sofferenza»


una mano tesa a quella parte di citt che ha sofferto di pi. Il capogruppo pd Filippo Barberis ha in mano il testo dell’ordine del giorno di tutte le forze di maggioranza — di cui primo firmatario — appena depositato in aula. un atto d’indirizzo rivolto alla giunta su come impiegare gli oltre 41 milioni di euro di avanzo di bilancio per superare la crisi eredit del virus.

Di che si tratta?Sono dieci azioni che riteniamo fondamentali per sostenere le categorie economiche e i cittadini pi colpiti dalle difficolt di questo ultimo anno e mezzo. un testo frutto di mesi di lavoro e di confronto con i vari settori dell’amministrazione che arriver luned in aula, dove verificheremo la possibilit di modifiche e integrazioni.

Il mondo produttivo invoca sconti sulla Tari. quello che farete?Proponiamo l’azzeramento della parte variabile della tassa rifiuti per le utenze non domestiche colpite da periodi di lockdown. Significa pi che raddoppiare lo sconto del 40 per cento messo in campo l’anno scorso. un segnale forte rispetto a quelle attivit commerciali, artigiane, del turismo e dell’associazionismo, penalizzate da chiusure che in varia forma sono proseguite per mesi. una misura che da sola impegna 12 milioni, che vanno a integrare i 24 milioni del governo. Ma non vogliamo fermarci qui.

Cio?Sempre per quanto riguarda la Tari, vogliamo che aumentino le agevolazioni per le utenze domestiche dei nuclei familiari pi fragili. Perch l’altro pacchetto incluso nel nostro testo riguarda sicuramente il sociale.

Come chiedete di impiegare il resto delle risorse?In interventi di sostegno al reddito, di assistenza ad anziani e minori, in misure di contrasto alla povert, di potenziamento del welfare territoriale e di prossimit, di lotta all’emergenza abitativa. E poi, c’ il tema della scuola e della riapertura di tutti i servizi scolastici, compreso il dopo scuola, e il rimborso alle famiglie delle rette degli asili nido e del servizio di refezione scolastica durante i periodi di lockdown.

Il voto intanto s’avvicina. Che citt si trover il prossimo sindaco?Noi stiamo dando un aiuto affinch Milano riprenda a correre. La prossima giunta dovr riattivarne il motore. Sicuramente c’ stato il trauma della pandemia che ci ha lasciato degli insegnamenti, come la necessit di una diffusione capillare dei servizi sociali e sanitari. A questo si affianca la sfida ambientale. E i 5 milioni di metri quadrati che saranno rigenerati nei prossimi anni — dalle aree Expo a Santa Giulia e San Siro — dovranno migliorare la qualit della vita.

Sul fronte opposto, il centrodestra senza candidato.L’impressione che siano divisi tra loro e non siano in grado di attrarre profili di una certa consistenza. Guardi che per questa situazione ci preoccupa, perch la mancanza di un interlocutore con cui confrontarsi un problema per tutto il dibattito politico cittadino.

Manca il frontman, non i temi su cui insisteranno in campagna elettorale: sicurezza e mobilit.In realt mi sembra stiano dimostrando la mancanza di una visione della citt sul medio periodo. Si limitano a micro contestazioni su fatti di cronaca. Detto questo, sulla sicurezza, lo dico chiaramente: dobbiamo avere una grandissima attenzione, ma va accompagnata da una visione, come pu essere la riqualificazione dei quartieri.

E sulla mobilit? Le ciclabili hanno attirato anche tante contestazioni.Vogliamo promuovere le forme di mobilit alternativa, ma dovremo dimostrare grande capacit di ascolto. giusto rivederne i percorsi laddove creino disagi.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

25 giugno 2021 | 08:02

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte: https://milano.corriere.it/notizie/politica/21_giugno_25/barberis-pd-azzeriamo-parte-variabile-tari-assist-imprese-sofferenza-3cf40772-d579-11eb-92c5-338927e361b4.shtml

Lascia un commento