Istigavano violenze razziste sul web, indagata miss Hitler – Lombardia


Donna milanese tra 12 indagati in operazione dei Ros


(ANSA) – MILANO, 07 GIU – C’è anche una donna tra i dodici
indagati dalla Procura di Roma nel procedimento che ha portato
oggi i carabinieri del Ros ad effettuare una serie di
perquisizioni in tutta Italia. Si tratta di Francesca Rizzi,
milanese che nel 2019 partecipò e vinse il concorso “Miss
Hitler” svolto sul social network Vk. La donna, raggiunta come
gli altri dal provvedimento dell’obbligo presentazione
all’autorità giudiziaria, fa parte del gruppo antisemita ‘Ordine
Ario Romano’ a cui i pm di Roma, coordinati dal procuratore
Michele Prestipino, contestano il reato di associazione a
delinquere finalizzata alla propaganda e all’istigazione per
motivi di discriminazione etnica e religiosa.
   
Rizzi, secondo l’accusa, aveva cercato contatti con il gruppo
estremista portoghese ‘Nova Ordem Social’. Degli indagati, sei
vivono nel Lazio (4 a Roma), tre in Sardegna, uno in Calabria,
uno in Abruzzo e uno in Lombardia. Dalle indagini è emerso che i
dodici hanno avuti rapporti “via social” con Marco Gervasoni, il
professore universitario indagato in una altra indagini per
minacce a offese al presidente della Repubblica Sergio
Mattarella. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA