Lucrezia Folliero, una milanese campionessa di Muay Thai a Palma di Maiorca- Corriere.it


«Il momento più bello? A fine gara, quando poco prima della premiazione è partito l’inno nazionale italiano. E poi l’applauso del pubblico spagnolo». Per Lucrezia Folliero, 30 anni, una vita di studio e sport a Cinisello Balsamo, quei minuti sul podio più alto del centro sportivo di Palma di Maiorca, vissuti il 29 maggio scorso, devono essere sembrati un sogno: campionessa delle Isole Baleari di Muay Thai. Unica italiana ad essersi battuta e a vincere un titolo tra tante avversarie spagnole, determinate e preparatissime. Ma che hanno dovuto arrendersi davanti ai due «K.O.» inanellati dall’atleta lombarda giunta anni fa a Maiorca non per diventare campionessa sportiva ma per perfezionare il proprio spagnolo.

shadow carousel


Muay Thai, Lucrezia Folliero vince il titolo Isole Baleari

Una vittoria davvero particolare: perché l’anno prossimo Lucrezia dovrà sì difendere il titolo (categoria 57 chilogrammi) per quanto riguarda l’ambito sportivo delle isole Baleari, ma potrebbe trovarsi nella situazione di dover rappresentare la Spagna nelle competizioni internazionali. Il che non è comune per una ragazza nata a Sesto San Giovanni e cresciuta a Cinisello Balsamo, che vedeva la Spagna come un approdo per migliorare la lingua del posto. Ma l’arte marziale del Muay Thai, una disciplina nata in Thailandia attorno al 1.500 e nota nell’occidente come pugilato thailandese, avrebbe dato in dono a Lucrezia più di una sorpresa: perché oltre al titolo di campionessa, sette anni fa le ha fatto incontrare l’amore: Pedro, 32 anni, spagnolo Doc e suo maestro proprio di Muay Thai.

Un esito davvero inaspettato per una ragazza che ha mosso i primi passi nel nobile sport thailandese in una palestra di Cinisello. Lucrezia Folliero non è solo una campionessa italiana in terra iberica: laureata in Relazioni Internazionali alla facoltà di Lingue dell’Università Cattolica di Milano, oltre all’italiano parla altre quattro lingue. Giunta a Maiorca nel 2014 ha lavorato nel settore turistico ma, a causa della pandemia, ha dovuto reinventarsi, insegnando inglese e Fit Boxe, una sorta di pugilato a ritmo di musica, che lei insegna a ritmi un po’ più «dolci» rispetto al pugilato Thai. Insomma, per lei, una vita nuova, nata quasi per caso su un ring così lontano da casa. Ma capace di tracciare la rotta di un nuovo futuro.

3 giugno 2021 | 08:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_giugno_03/lucrezia-folliero-milanese-campionessa-muay-thai-palma-maiorca-ea41b344-c42f-11eb-9211-eb63e72b00a2.shtml

Lascia un commento