Olimpia Milano: l’AX sbanca Venezia, ora gioca per lo scudetto – Sport – Basket

Venezia -La risolve appena possibile l’Olimpia Milano. I biancorossi vincono gara 3 al Taliercio contro la Reyer Venezia per 83-93 e realizzano il punto del 3-0 nella semifinale del campionato, conquistando così l’accesso alla finale scudetto. Una gara che l’Armani ha vinto con personalità in trasferta, cancellando subito le scorie delle fatiche di Eurolega del weekend scorso: prima rimangono attaccati senza patire l’arringa iniziale degli orogranata nel primo tempo, poi azzanano la preda nel terzo periodo con un break di 14-24 che ha segnato il match (visto che gli altri 3 quarti terminano tutti in parità).

Da sabato 5 alle 20.45 il derby d’Italia contro la Virtus Bologna (anch’essa vincente 3-0 con Brindisi, così la LegaBasket ha deciso di anticipare l’inizio della finale ed eliminare i back-to-back) diventerà la finale scudetto, a 37 anni dall’ultima volta nel lontano 1984. Si giocherà poi gara 2 di nuovo a Milano lunedì 7, poi la serie si trasferirà a Bologna mercoledì 9 e venerdì 11 (in questo caso alle 19 per evitare la contemporaneità con l’esordio della nazionale di calcio all’Europeo). Il resto, sempre con cadenza ogni 48 a campi alternati se ce ne sarà bisogno sino all’eventuale gara 7. La storia è particolare, l’Olimpia con Bologna in finale ha giocato solo due volte (l’altra nel 1979) e non ha mai vinto. Ora dovrà sfatare questo tabù per riportare a Milano lo scudetto tre anni dopo l’ultimo trionfo.

La partita ha vari protagonisti, da Shields (4/7 da 2, 2/4 da 3) che l’aggredisce fin dai primi istanti, ad Hines (i suoi 17 sono primato stagionale) che a rimbalzo offensivo tiene a contatto la squadra nel 1° tempo e poi chiude il match nella ripresa, a Rodriguez che la svolta nel 3° quarto segnando 10 punti, dopo il nulla di inizio gara. Il solito filo conduttore è quello di Punter che tirando da ogni dove conosce solo il fondo della retina (4/4 da 2, 3/6 da 3). Venezia parte fortissimo senza sbagliare nulla dal campo con Watt incontenibile (13-6 al 5′), Milano si appoggia invece su Shields che firma 7 dei primi 10 punti. L’AX, senza Brooks a causa di un malessere, impatta con un paio di iniziative di Biligha (19-19) pescando nelle pieghe della zona, pareggiando di nuovo sulla sirena quando Punter infila il 21-21. L’Umana mantiene il pallino ancora con Watt, ma con una tripla di LeDay l’AX pesca l’ennesima parità (30-30). Il primo vantaggio arriva con Punter con la tripla del 35-38, pareggiata subito da Jerrells che manda le squadre all’intervallo sul 38-38.

La ripartenza è di marca Olimpia concedendo solo 1 punto in 5′ ai lagunari, mentre l’AX con la schiacciata di LeDay e la tripla di Punter prova per la prima volta a prendere per mano la gara (39-45). Ancora di più quando Rodriguez piazza dalla media il primo vantaggio in doppia cifra sul 44-54 al 26′. Lo spagnolo e poi una tripla di Shields a cavallo dei 3° e 4° periodo spaccano definitivamente il match volando sul 52-65. Da qui Milano non si guarda più indietro, Venezia arriva al massimo a -6 nel minuto finale di un quarto davvero spettacolare (31-31 il parziale).  Da sabato giocherà per lo scudetto, la grande classica del basket italiano, 43 scudetto in coppia, sarà la sfida per il tricolore 2021. 

UMANA VENEZIA-ARMANI EXCHANGE MILANO 83-9321-21; 38-38; 52-62VENEZIA: Casarin, Stone 3, Tonut 11, Daye 22, De Nicolao 3, Vidmar, Chappell 12, Mazzola 3, Cerella, Possamai ne, Watt 19, Jerrells 9. All. De RaffaeleMILANO: Punter 19, LeDay 16, Moretti ne, Moraschini 2, Rodriguez 11, Biligha 6, Cinciarini ne, Delaney 2, Shields 16, Hines 17, Datome 4, Wojciechowski. All. MessinaNote: tiri da 2: VE 19/34, MI 28/43; tiri da 3: VE 10/27, MI 7/21; tiri liberi: VE 15/22, MI 16/22; rimbalzi: VE 31 (Tonut 5), MI 34 (LeDay 7); assist: VE 7 (Tonut 2), MI 15 (Rodriguez 5)

 

© Riproduzione riservata

Fonte: https://www.ilgiorno.it/milano/olimpia/olimpia-venezia-1.6436835

Lascia un commento