CONSEGNA CIVICHE BENEMERENZE, IL SINDACO NEGRI: “UN ESEMPIO PER LA CESANO DI OGGI E DI DOMANI”

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 2 giugno 2021 – Si è tenuta questa mattina, mercoledì 2 giugno, nella cornice del Parco Pertini, a seguito delle celebrazioni ufficiali per la Festa della Repubblica, la consegna delle civiche benemerenze relativamente al bando “Premio Caesius”.

Per la prima volta il Comune di Cesano Boscone ha premiato cinque persone che si sono particolarmente distinte in diversi ambiti e hanno reso onore alla città, con iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico.

Il bando, aperto nel gennaio 2020, ha raccolto più di 40 candidature che sono state valutate e selezionate da una Commissione costituita dal sindaco Simone Negri, Laura Bersani e Maria Pulice, consigliere comunali, Angela Anselmi, in rappresentanza dell’Istituto scolastico Leonardo da Vinci, Mariangela Camporeale, dirigente dell’Istituto Alessandrini, Elvira Pavesi, in rappresentanza delle associazioni culturali, Ettore Leporatti e Clara Antonello, in rappresentanza delle associazioni sportive, Roberto Merlino, in rappresentanza delle imprese locali, il parroco don Luigi.

I cinque cittadini insigniti del “Premio Caesius” sono: Ferruccio Fabbri, Cristina Sacchi, Ettore Corbo, Bruna Brembilla, Renato Gelli.

Hanno ritirato la targa Ferrucio Fabbri, Cristina Sacchi, la moglie Letizia e la figlia Annalisa di Ettore Corbo, scomparso un anno fa, Elena, figlia di Bruna Brambilla, e Renato Gelli.

“Le persone premiate oggi sono un esempio per la Cesano di oggi e di domani – afferma il sindaco Simone Negri -. Al giorno d’oggi sono sempre meno le donne e gli uomini che si danno da fare per gli altri e io credo che la nostra società debba tornare a trovare l’impegno collettivo di comunità. Abbiamo bisogno che in ciascuno scatti la molla di mettersi a disposizione degli altri, come dimostrano le straordinarie esperienze di vita delle persone cui è andato il nostro riconoscimento oggi. Cittadine e cittadini che hanno dato un grande apporto alla città e alla nostra comunità, di cui siamo profondamente orgogliosi. L’Italia oggi ha fortemente bisogno del ruolo di amministratori responsabili e impegnati per il bene della collettività, e di tutte e tutti coloro che sono disposti a fare quel passo in più”.

V.A.

V.A.

Lascia un commento