Milano, il ritorno dello sharing: cresce la voglia di monopattini e bici, record degli scooter


Ritorno alle due ruote per i milanesi. Dopo lo stop del 2020 e di parte del 2021 a causa della pandemia, cresce l’utilizzo di scooter, bici e monopattini a noleggio. Segno meno invece per le auto in sharing. «Un contraccolpo del Covid» dicono i gestori dei servizi: gli utenti preferiscono evitare il trasporto pubblico per il rischio di assembramenti e sempre per questioni sanitarie prediligono i mezzi «aperti». Piacciono soprattutto le moto. La fotografia fatta dal Comune di Milano registra una media di 6.455 prelievi giornalieri (nei feriali) a giugno e luglio 2021, contro i 4.184 dello stesso periodo del 2020: più 54 per cento. Le biciclette si confermano il mezzo in condivisione più amato, anche in virtù dell’ampiezza della flotta: 15.400 due ruote. Negli ultimi mesi si contano 15.317 noleggi quotidiani dal lunedì al venerdì, contro gli 11.106 di un anno fa. Continua inoltre la scalata dei monopattini elettrici, con un balzo del 40 per cento e due aziende in più attive in città. Mentre le auto nei feriali e al sabato sono meno usate del 2020, con un piccolo rialzo solo la domenica.

Alla base della crescita degli scooter ci sono diversi fattori. «Abbiamo visto un grosso incremento con la promozione lanciata per luglio e agosto — dice Gianni Galluccio di Cityscoot, uno dei principali operatori su Milano, attivo con 1.800 mezzi — : abbiamo dimezzato i prezzi per invogliare i clienti a sperimentare il secondo casco». Insomma, viaggi scontati per due persone. E se il bel tempo ha contributo al successo dei motorini, ha pesato anche il cambiamento d’abitudini legato all’emergenza Covid. «Credo che alcune persone siano restie all’uso del trasporto pubblico — riflette Galluccio — per via delle restrizioni e dell’obbligo della mascherina. E così si muovono con i mezzi in sharing». «Lo scooter permette uno spostamento individuale» concorda Enrico Pascarella di Cooltra, l’altro grande attore sulla scena. Non è stupito della risalita dei noleggi. «Il Covid nel 2020 ha bloccato una crescita fisiologica dello sharing, che vediamo dal 2017. Ora stiamo ripartendo. E a settembre ci aspettiamo di arrivare a 5 mila prelievi al giorno». In strada troviamo inoltre gli scooter di Acciona, ZigZag, MiMoto e GoVolt.

Le due ruote in condivisione di Bikemi sono sbarcate sotto la Madonnina alla fine del 2008. A distanza di quasi 13 anni continuano a piacere. La flotta a stalli fissi è composta da 4.280 due ruote tradizionali, mille elettriche e altre 150 e-bike col seggiolino per i bambini, mentre le stazioni hanno raggiunto quota 321, comprese tre «private». Clearchannel, gestore del servizio per conto del Comune, in primavera ha rilanciato l’attività con uno sconto del 30 per cento sugli abbonamenti annuali e nei primi mesi estivi è tornata al numero di noleggi dell’epoca pre-Covid. Anche i mezzi free floating di RideMovi (che possono essere presi e lasciati ovunque) tornano a circolare. Spiega il manager Alessandro Felici: «Le e-bike girano di più: ora ne abbiamo circa mille, più 8 mila tradizionali. E in autunno arriveranno altre bici». Il quadro si completa con le elettriche rosse di Lime.

L’unico dato in calo del settore riguarda le auto, con una media di 8.932 utilizzi quotidiani contro i 9.007 di un anno fa. In questi 12 mesi è cambiato lo scenario. L’operatore Sharengo ha lasciato, da poco è arrivato Leasys (controllata Fca Bank) che si aggiunge a Enjoy, Sharenow,E-Vai e Ubeeqo . A cosa è dovuta l’inversione di tendenza rispetto agli altri mezzi? Secondo gli addetti ai lavori la risposta è di nuovo legata all’epidemia. Spostarsi in un veicolo chiuso, usato da altre persone, suscita ancora qualche timore nonostante tutte le aziende sanifichino costantemente i veicoli. I dati d’uso giornalieri inoltre non evidenziano il forte aumento di prenotazioni a lungo termine, su cui hanno scommesso tutti gli operatori come reazione al calo di richieste per i brevi spostamenti casa-ufficio. «Le nuove tariffe vanno da uno a quindici giorni consecutivi di noleggio — spiegano da Enjoy — e permettono ai clienti di tenere, a costi a convenienti, l’auto per il tempo necessario per una breve vacanza o per un weekend fuori città». Più di metà della flotta è stata rinnovata con vetture ibride ed è stato avviato lo sviluppo di un’offerta business per aziende e liberi professionisti.

Anche il concorrente Sharenow rilancia: «Arriveranno presto nuovi modelli per differenziare l’offerta». Per Leasys non è ancora tempo di bilanci. L’avvio dell’attività su Milano è stato rallentato dall’epidemia. Le vetture sono in strada solo da pochi mesi. Criticati, amati, guardati con diffidenza e curiosità: i monopattini elettrici sono gli ultimi arrivati. Tra i sette gestori delle flotte (Dott, Lime, Bird, Voi, Wind, Bit e Helbiz) la gara è ancora aperta. «I nostri utenti ora sono soprattutto milanesi e pendolari — dice Andrea Giaretta di Dott —. Non vediamo grandi picchi stagionali. Puntiamo sui turisti per crescere ancora». Il noleggio dei monopattini, regolato da un bando comunale, è in fase di test fino a luglio 2022: nel frattempo si dovranno limare i dettagli del servizio. E a Roma sono in discussione nuove norme per l’uso di questi mezzi.

Ma l’orizzonte che ora interessa a Marco Granelli, assessore alla Mobilità, è quello di settembre. Con la ripresa delle scuole e del lavoro in ufficio, c’è il rischio che il traffico privato intasi la città. «Il trasporto pubblico non potrà ancora accogliere gli stessi passeggeri del 2019 — riflette — . Abbiamo bisogno che cresca lo sharing per compensare. Sarà una sfida». Vede il successo delle moto come una conferma: «Dopo una precedente esperienza che non aveva funzionato, abbiamo puntato su mezzi leggeri ed elettrici». E per quanto riguarda i monopattini, confida nella tecnologia per risolvere i nodi della sicurezza e della sosta selvaggia. «E serve un investimento nelle scuole. Dobbiamo lavorare sull’educazione stradale dei giovani».

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

19 agosto 2021 | 07:29

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_agosto_19/milano-ritorno-sharing-cresce-voglia-monopattini-bici-record-scooter-9bebcebe-0066-11ec-8344-5725a069e6ae.shtml

Lascia un commento