Milano, Sala contro Bernardo: «Chi non ha il coraggio di dirsi antifascista non è degno di guidare la città»


«Chi non ha il coraggio di dichiararsi antifascista» non è «degno di guidare la nostra città». Così il sindaco Beppe Sala sull’uscita di venerdì di Luca Bernardo, candidato del centrodestra a Palazzo Marino: «Non distinguo tra fascisti e antifascisti», aveva detto il pediatra del Fatebenefratelli.

Sala torna sulla polemica è attacca con un post sui social: «Il dottor Bernardo è uno dei miei competitori all’elezione a sindaco di Milano. A lui e agli altri ho deciso di non rispondere mai. Porterò avanti le mie idee e poi decideranno i milanesi chi più è degno di guidare Milano fino al 2026. Ma in questa occasione non posso esimermi dal dire la mia. Sono convinto in modo assoluto che chi non ha il coraggio di dichiararsi antifascista non sia degno di guidare la nostra città, Medaglia d’oro della Resistenza. Certi valori non sono mode, sono il frutto del sacrificio di nostri concittadini per garantire la democrazia contro ogni forma di dittatura. Di cui godiamo anche oggi».

«Io non distinguo persone tra fascisti e antifascisti, contro questo o contro quell’altro, aveva detto Bernardo: «Le persone non le distinguo se non per uomo, donna e persone perbene». Per quanto riguarda se stesso aggiunge: «No, io non mi definisco né A, né B, né Z. Mi definisco un cittadino della città di Milano, che vuol dire che è aperto e liberale. La libertà conquistata grazie ai nostri nonni dobbiamo portarla sempre avanti». Arriva così anche in città la scia velenosa dei rapporti tra la Lega e l’estrema destra e in particolare il caso Durigon, il sottosegretario leghista che vorrebbe cancellare il nome di Falcone e Borsellino dal parco di Latina per dedicarlo ad Arnaldo Mussolini, fratello del duce.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

14 agosto 2021 | 10:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte: https://milano.corriere.it/notizie/politica/21_agosto_14/milano-sala-contro-bernardo-chi-non-ha-coraggio-dirsi-antifascista-non-degno-guidare-citta-5e0be2a0-fcd8-11eb-a8d6-950ed3168b02.shtml

Lascia un commento