Università:30 posti al Ghislieri, collegio di merito a Pavia – Lombardia


Negli ultimi 10 anni, 92% degli iscritti si è laureato con lode


(ANSA) – MILANO, 13 AGO – Il Collegio Ghislieri di Pavia,
fondato nel 1567 da papa Pio V e divenuto il primo collegio
universitario misto d’Italia nel 1966, ha come unico criterio di
selezione il merito. Quest’anno – informa il collegio – sono 30
i posti disponibili ed è stata innalzata la soglia minima di
agevolazione totale della retta per consentire a un maggior
numero di vincitori di poter ottenere un posto gratuito. Per
partecipare al concorso pubblico di ammissione al Collegio è
necessario compilare la domanda online entro venerdì 27 agosto.
   
Negli ultimi 10 anni, il 92% degli iscritti si è laureato con
lode. Il Ghislieri di Pavia infatti non è solo un Collegio: è un
Collegio di merito e nei suoi oltre 450 anni di storia ha avuto
come alunni personalità come Carlo Goldoni e l’attuale Ministro
Elena Bonetti.
   
L’ingresso al Ghislieri è regolato da un concorso pubblico di
ammissione che si tiene ogni settembre. Per conservare il posto
in Collegio, gli studenti devono mantenere la media dei 27/30
negli esami universitari.
   
Vivere il Collegio non significa solo ottenere vitto e
alloggio in un palazzo cinquecentesco al centro di Pavia, ma
anche avere accesso a una biblioteca dotata di oltre 130.000
volumi, che costituisce una delle più imponenti collezioni
librarie private d’Europa.
   
Al nuovo bando possono concorrere studenti di tutta Italia che
intendano iscriversi all’Università di Pavia. Come lo scorso
anno, il concorso si svolgerà a distanza. Ma la novità più
rilevante di quest’anno è che è stata innalzata la soglia minima
di agevolazione totale della retta, da 17.000 a 23.000 euro
dell’indicatore ISEE. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA