Vacanze, il green pass non ferma i decolli: a Linate e a Malpensa è cominciata la risalita


Se si procedesse con la media dei flussi giornalieri del primo vero weekend di questo mese negli aeroporti di Malpensa e Linate, alla fine lo scarto con agosto 2019 — prima del coronavirus — sarebbe di solo il 35% in meno. In Sea, la societ di gestione dei due scali lombardi, molto pi realisticamente ritengono che si arriver al -50% di passeggeri rispetto a due anni fa, periodo con numeri record, cosa che renderebbe il dimezzamento comunque un risultato soddisfacente. A vedere l’evoluzione della prenotazione e il basso numero di rinunce si potrebbe toccare il -47% al netto di nuove restrizioni.

I dati di luglio

Nella seconda estate all’insegna del Covid-19 Malpensa e Linate hanno chiuso luglio con oltre 1,75 milioni di passeggeri transitati, in calo del 51,6% rispetto a due anni prima, ma con un incremento di quasi il 112% su luglio 2020 che a sua volta aveva segnato -80% sul 2019. Non sono tornati tutti i collegamenti intercontinentali, un po’ come nel resto del mondo, ma in ogni caso registrano buone performance i voli con gli Stati Uniti grazie al protocollo sanitario dei viaggi Covid tested che consentono agli americani di arrivare qui senza doversi sottoporre alla quarantena.

In parallelo aumentata sensibilmente la quota dei viaggi nazionali e intra-europei dove complice la certificazione Covid digitale dell’Unione europea un po’ pi agevole spostarsi.

La settimana da 19 al 25 luglio di quest’anno — calcolano in Sea — ha avuto una riduzione del 48,1% dei volumi (sempre sul 2019), segno che ad agosto che si attende il numero maggiore di viaggiatori. E infatti nel weekend appena trascorso (dal 6 all’8) i passeggeri in transito sono stati 213 mila, 156 mila a Malpensa e 57 mila a Linate, una media di 71 mila al giorno (sommando entrambi gli scali), il 35% in meno dei quasi 109 mila di agosto 2019. Va ricordato che il Forlanini era chiuso in quel periodo per i lavori di restyling, cosa che ha comportato il trasloco di personale, mezzi, velivoli e passeggeri nello scalo in provincia di Varese.

Il derby con Roma

Sul fronte dei movimenti, secondo Eurocontrol (il sistema continentale che gestisce i movimenti sopra il Vecchio Continente) nella prima settimana di agosto Malpensa segna -45,5% rispetto allo stesso periodo di due anni fa (qui sono comprese anche le attivit cargo), meglio del -50,8% di Roma Fiumicino. A proposito della Capitale: a giugno il sistema aeroportuale di Sea ha avuto pi passeggeri di quelli transitati a Fiumicino (pi esposto ai viaggi intercontinentali) e Ciampino.

Le destinazioni

Ma dove stanno andando i lombardi? Date le limitazioni per il Covid e la riduzione delle connessioni intercontinentali le mete preferite si confermano molto domestiche e comunque non oltre le 3-4 ore di volo dalla regione. Dominano le isole italiane (Sardegna e Sicilia in testa), il Meridione (Puglia in primis), Grecia e Spagna, spiegano da Alitalia, compagnia che opera soltanto a Linate. Andazzo simile anche per Ryanair e Wizz Air.

Il 65% delle prenotazioni sui voli in programma per i mesi estivi verso mete nazionali — Sud e isole — mentre il 35% ha scelto una destinazione all’estero, hanno spiegato di recente da easyJet, primo vettore a Malpensa. Di questi il 36% ha optato per una delle gettonate spiagge delle isole greche, mentre il 25% ha nel mirino le Baleari. Per l’aviolinea britannica stanno andando per la maggiore Olbia, Brindisi, Bari, Palermo e Catania.

Ma la Costa Smeralda, in Sardegna, a dominare, sulla falsariga di quanto successo l’estate passata. Oltre il 20% dei viaggiatori in partenza dagli aeroporti di Malpensa e Bergamo — calcola easyJet — ha scelto i paesaggi della Sardegna per le proprie vacanze estive. A questi vanno poi aggiunti tutti quelli che hanno volato tra la Lombardia e l’isola con Alitalia (da Linate), Wizz Air (da Malpensa) e Volotea (da Orio al Serio). Non un caso che proprio Olbia il 31 luglio abbia registrato il record giornaliero della sua storia in termini di voli e di passeggeri (30 mila).

Chi viene a Milano

C’, per, anche un certo flusso in arrivo a Milano. Lontano dai valori del 2019, ma che resiste anche al Covid. Secondo i report specializzati Milano la seconda localit pi monitorata d’Italia nell’ultima settimana di luglio — in termini di voli e hotel — dopo Roma e prima di Napoli. I pi interessati a venire nel capoluogo lombardo? Tedeschi, francesi, statunitensi, spagnoli e austriaci.lberberi@corriere.it

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

9 agosto 2021 | 06:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_agosto_09/vacanze-green-pass-non-ferma-decolli-linate-malpensa-cominciata-risalita-3e0bb286-f874-11eb-b07f-1a8bf3bb59b3.shtml

Lascia un commento