Milano: c.destra, sindaco di notte? Serve più Polizia locale – Lombardia


Critici Sardone, Fidanza e De Corato


(ANSA) – MILANO, 30 LUG – “Oggi il sindaco Sala ha rilanciato
l’idea del ‘sindaco della notte’ per coordinare gli operatori
attivi sulla sicurezza notturna. Tutto ciò che può contribuire a
prevenire e contrastare l’illegalità, soprattutto nella fascia
oraria che rischia di essere più pericolosa, è da accogliere
favorevolmente, però invito il sindaco a impiegare maggiormente
la Polizia Locale di notte anziché pensare a nuove cariche e
poltrone”. Così la consigliera comunale ed eurodeputata della
Lega, Silvia Sardone, ha commentato in una nota la proposta dei
Radicali, che sostengono il sindaco Giuseppe Sala con una lista,
di istituire la figura del sindaco di notte come avviene in
altre città europee.
   
Anche Fratelli d’Italia, con l’eurodeputato Carlo Fidanza,
sostiene che “a Milano servono più agenti della Polizia locale,
non un sindaco di notte. La proposta dei Radicali dimostra però
una cosa: l’insicurezza della città è sotto gli occhi di tutti,
al punto che anche per la lista che ha deciso di appoggiare la
candidatura di Beppe Sala servirebbe una figura ad hoc per
garantire i cittadini nelle ore più a rischio”.
   
Secondo Riccardo De Corato, assessore regionale alla
Sicurezza e consigliere comunale di Fratelli d’Italia, “oggi
scopriamo, o almeno lo hanno fatto intendere, che in 5 anni la
città dopo l’imbrunire è stata terra di nessuno. Chiedono a
Beppe Sala la figura del “Sindaco di Notte”, una persona
presumiamo eletta, che governi l’anarchia al calar del sole.
   
Insomma un partito che lo appoggia ammette che a Milano esiste
un problema sicurezza. Sala non è stato capace di fare il
sindaco di giorno figuriamoci dopo l’imbrunire”. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA