Torna Prix Italia: Foa, promotori di rinascimento culturale – Lombardia


In concorso 244 programmi da 33 nazioni. Apertura alla Scala


(ANSA) – MILANO, 07 GIU – “Questo evento è anche l’occasione
per ribadire che l’Italia vuole essere il Paese che ripropone un
rinascimento culturale, ripropone il piacere di vivere le
bellezze, culturali e artistiche del nostro Paese, e grazie al
Prix Italia, che gode di un prestigio e di una visibilità
internazionali notevolissimi, vogliamo essere i promotori di
questo rinascimento”. Lo ha detto il presidente della Rai
Marcello Foa, presentando la 73/a edizione del Prix Italia, il
concorso internazionale organizzato dalla Rai per programmi di
qualità radio, tv e web, in calendario dal14 al 18 giugno a
Milano.
   
Cinque giorni di anteprime, incontri, dibattiti, in presenza
e online, per ripartire proprio dalla cultura, al centro di
questa nuova edizione dal tema: “Rebuilding Culture and
Entertainment: Media’s Role for a New Start”. Le adesioni al
concorso sono state, come hanno sottolineato gli organizzatori
al di là di ogni aspettativa considerando il momento di
emergenza sanitaria: 241 programmi in concorso nelle sezioni
radio, tv e web, presentati da 56 organismi di 33 Paesi e
valutati da 66 giurati, in rappresentanza di 43 broadcaster da
29 Paesi.
Tra i partecipanti dell’edizione 2021, significativo anche il
rientro della principale emittente pubblica della Russia, Russia
Television and Radio (Rtr), membro del Prix Italia dal 1974 e
assente dal Concorso TV dal 2003, che partecipa con 3 programmi
televisivi; e di Mediaset, membro dal 1996 e assente dal 2015,
ora in concorso con 3 programmi televisivi e un giurato. Dopo
due anni di pausa, torna a partecipare anche Radio 24 – Il Sole
24 Ore, membro del Prix Italia dal 2010 e vincitore del Concorso
Radio mentre per il Concorso TV gareggia per la prima volta la
principale emittente pubblica dell’Argentina (RTA).
   
Cerimonia di apertura, lunedì 14 giugno alle 11, al Teatro alla
Scala, con la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti
Casellati, il ministro della Cultura Dario Franceschini, il
residente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il sindaco
Giuseppe Sala, Marcello Foa e il presidente Prix Italia, Graham
Ellis. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA