Lombardia: Regione rilancia turismo nei rifugi di montagna – Lombardia


Assessore Sertori, un concorso esalterà accoglienza strutture


(ANSA) – MILANO, 06 GIU – Regione Lombardia rilancia il turismo di montagna in vista dell’estate attraverso il concorso ‘Girarifugi e Alpeggi 2021’. Si tratta un’iniziativa nata con la collaborazione degli operatori e ha lo scopo di valorizzarne l’ospitalità dei rifugi. Per partecipare al concorso sarà necessario dotarsi di un’apposita tessera e farsi apporre un timbro ogni volta che si raggiunge una struttura.
    I timbri contrassegnati da 1, 2, 3 ‘casette’, corrispondono ai punti assegnati in relazione ai tempi di marcia necessari per raggiungere le strutture. Una volta raggiunti i 25 punti, sarà possibile ritirare dei premi come buoni pernottamento nei rifugi, prodotti d’alpe e gadget. La tessera sarà disponibile dal 15 giugno, in tutti i rifugi aderenti all’iniziativa, nei punti di informazione turistica (Apt), nei negozi Df Sport Specialist e in ultimo anche sul sito ufficiale dei Rifugi di Lombardia in versione digitale. A supporto del concorso è disponibile la mappa “Girarifugi e Alpeggi” con una grafica rinnovata, contenente tutte le informazioni e i contatti per raggiungere i rifugi e gli alpeggi della Lombardia.
    Sull’arco alpino lombardo sono 225 le strutture coinvolte tra Rifugi e Alpeggi. 29 in provincia di Bergamo; 60 in provincia di Brescia; 54 nelle province di Como, Lecco e Varese; 82 nella provincia di Sondrio. “E’ tutto pronto per l’avvio della nuova stagione estiva dei Rifugi di Lombardia e quest’anno, dopo un anno di assenza causa Covid-19, torna questa iniziativa promossa da Assorifugi Lombardia – spiega Massimo Sertori, assessore agli Enti locali, montagna e piccoli comuni -. Regione Lombardia sta investendo molto nei rifugi. Si vuole raggiungere l’obiettivo di aumentarne la qualità dei servizi per i frequentatori e riconoscendo lo straordinario impegno dei rifugisti, che garantiscono l’apertura di queste strutture nonostante le difficoltà degli approvvigionamenti e le temperature rigide”.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA