17 ordini di allontanamento- Corriere.it


Il tristemente famoso «boschetto di Rogoredo», nonostante i numerosi e ripetuti sgomberi, è tornato a calamitare moltissimi tossicodipendenti non solo da Milano ma da tutta la Lombardia: recentemente il Questore ha emesso 16 nuovi fogli di via obbligatori destinati ai frequentatori dell’area. Molti di questi giovani tentano di raggranellare i soldi per la «dose» chiedendo l’elemosina sulla linea gialla della metropolitana (quella di Rogoredo è la penultima fermata della linea 3, prima del capolinea San Donato), e non di rado disturbano e spaventano i passeggeri con la loro insistenza.

Per questo, la sera di giovedì 3 giugno, la Questura di Milano ha disposto un servizio di controllo, svolto dai poliziotti della Polmetro dell’Ufficio Prevenzione Generale, con il supporto degli specialisti della Divisione Polizia Anticrimine. Il risultato, dopo un controllo su 150 passeggeri, è stato di 17 ordini di allontanamento dall’intera infrastruttura di trasporto, con la contestazione di 17 sanzioni amministrative.

I destinatari degli ordini di allontanamento (15 residenti a Milano, uno in provincia di Varese e uno di Lecco, di cui 4 donne tra i 18 e i 26 anni – 3 straniere e una italiana – e 13 uomini tra i 21 e i 68 anni – 3 stranieri e 10 italiani), non potranno più salire a elemosinare sulla metropolitana milanese. Se in futuro dovessero essere nuovamente sorpresi, sugli stessi mezzi, ad attuare comportamenti molesti, saranno colpiti dal cosiddetto «Daspo urbano». In un’ottica di sicurezza, nell’iniziativa di prevenzione è stato coinvolto anche il servizio di sicurezza Atm, che ha messo a disposizione alcuni suoi addetti alla security, i quali hanno fornito un contributo utile ai poliziotti.

5 giugno 2021 | 13:34

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte: https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/21_giugno_05/milano-chiedono-soldi-la-droga-metro-rogoredo-17-ordini-allontanamento-5199b1e2-c5f0-11eb-8929-1e7e5315cef2.shtml

Lascia un commento