COVID: il punto in Lombardia – Lombardia


Chiudono l’area Covid di Codogno e l’ospedale in Fiera di Milano


(ANSA) – MILANO, 04 GIU – Continuano a diminuire i ricoverati
nelle terapie intensive (-10) e nei reparti (-3) in Lombardia
dove, a fronte di 35.272 tamponi effettuati, sono 417 i nuovi
positivi (1,1%). Sei i decessi.
   
Che i dati stiano migliorando lo dimostra la chiusura
dell’area Covid dell’ospedale di Codogno, che vide entrare il
primo paziente in Italia ammalato di coronavirus. Proprio oggi,
infatti, è stato dimesso l’ultimo paziente guarito dal virus. A
darne notizia, insieme alla Asst di Lodi, Francesco Tursi,
responsabile del servizio di Pneumologia e referente dell'”Area
Gialla covid” del nosocomio della cittadina tra Lodi e Piacenza,
impegnato per oltre 15 mesi nella lotta al terribile virus. “E’
un giorno che vivo con profonda emozione”, ha scritto Tursi.
   
E sta per essere dimesso oggi anche l’ultimo paziente con
Covid del Padiglione del Policlinico in Fiera di Milano, dove in
totale da aprile 2020 a oggi sono stati gestiti 505 ricoveri di
malati gravi. I 157 posti di terapia intensiva allestiti alla
Fiera tornano così in stand-by: il Padiglione non sarà chiuso,
ma rimarrà ‘ibernato’ in attesa di capire l’andamento della
pandemia nei prossimi mesi.
   
Buone notizie arrivano per la campagna vaccinale, sempre più
spedita in Lombardia: da lunedì le imprese potranno procedere
con le vaccinazioni in azienda. Lo ha annunciato il presidente
della Regione, Attilio Fontana, che ha parlato di “obiettivo
raggiunto, anche a livello nazionale, grazie alla tenacia della
Lombardia”. La prima azienda ad allestire un hub presso la
propria sede di Milano, proprio lunedì, sarà Unipol. A seguire,
in settimana, altre tre aziende lombarde avvieranno la fase
vaccinale per i propri dipendenti: Pirelli, Mediaset ed Amazon.
   
Quanto ai vaccini in vacanza, “noi siamo pronti a farli – ha
detto Fontana – cercando di andare incontro alle esigenze dei
nostri cittadini, dando loro la possibilità di cambiare
eventualmente la prenotazione della seconda dose nel caso in cui
interferisca proprio con il periodo di vacanza”. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA